Julie Oppermann

 

MOSTRE E PROGETTI SELEZIONATI

Julie Oppermann (San Francisco, California, 1982) è un'artista newyorkese che vive e lavora a Berlino. 
Il suo lavoro unisce Op art degli anni '60, immagini video degli anni '70 e astrazione degli anni '80. Nel 2018 ha partecipato alla Mediation Biennale 6 di Poznan (Polonia) e ha esposto i suoi lavori nella mostra collettiva "Plural" al Marjorie Barrick Museum di Las Vegas. Ha tenuto mostre personali alla Mark Moore Gallery di Los Angeles, alla Galerie Röpke a Colonia e a Madrid. Il suo lavoro è incluso in numerose collezioni pubbliche e private, tra cui il Museum of Fine Arts di Houston, e il Museum of Contemporary Art, San Diego, in California

Ha ottenuto il suo diploma di laurea Bachelor of Fine Arts al The Cooper Union e ha svolto un Master in Neuroscienze all'Università di California, a Berkeley. Nel 2012 ha completato una residenza al FAAP di San Paolo, uno scambio accademico con il professor Robert Lucander presso l'Università delle Arti di Berlino, e ha completato il suo Master of Fine Arts all'Hunter College. Attingendo dal suo background in Neuroscienze, il suo interesse per la percezione e la cognizione, e lo studio in Color Theory, i suoi dipinti dai colori vivaci e scintillanti richiamano lo psichedelico, pur mantenendo un forte rigore concettuale. Il processo sistematico e basato sulle regole di Oppermann è accompagnato dal suo approccio impulsivo e intuitivo, che porta a decisioni inquietanti che creano tensioni irresistibili all'interno del lavoro. La serie di dipinti di Julie Oppermann esplora l'idea contemporanea di interferenza in relazione a come l'informazione è disseminata, trasmessa e alla fine percepita. Il suo lavoro spinge i limiti della percezione visiva, rendendo i dipinti fisicamente difficili da percepire. Gli effetti scintillanti, che emergono attraverso la stratificazione calcolata e la giustapposizione di colori contrastanti attraverso pattern di linee ripetitive, producono immagini residue, sfarfallio ottico e sensazioni di movimento disorientanti.